Autore Topic: durata del grappolo  (Letto 20542 volte)

Offline Sten

  • Socio Ouch
  • Utente galattico
  • ******
  • Post: 6.595
  • Semper Fidelis et de Oppresso Liber
Re: durata del grappolo
« Risposta #15 il: Agosto 05, 2008, 19:32:28 Mar »
NON saprei...

La Bestia mi è tornata dopo 2 anni e 1/2 di Remix...

Mi è stata perecchio "intensa" per gli aspetti "emotivi" ma la durata è stata "canonica"... 3 mesi.

Il VERAPAMIL mi ha coperto abbastanza bene a dosaggi per me bassi (480 mg/die contro le mie "punte" di 960 del passato)...

Certo mi sono tenuto qualche attacco.

Di IMIGRAN ne ho fatti 6 (se ricordo bene) e, in passato, me li sarei "schiumati" in 1 giorno !!!

 ;)
Stefano Capurro
Socio Fondatore OUCH Italia (onlus)
Referente EHA (European Headache Alliance)
Cell. +39 340 281 9398
e-mail  stefano.capurro@fastwebnet.it

Offline Sten

  • Socio Ouch
  • Utente galattico
  • ******
  • Post: 6.595
  • Semper Fidelis et de Oppresso Liber
Re: durata del grappolo
« Risposta #16 il: Agosto 05, 2008, 19:37:08 Mar »
Tutti abbiamo un denominatore comune: Imigran fiale. Mi è venuto un dubbio. Ma se La Glaxo avesse modificato in qualche modo, quest'anno, il suo prodotto? E tale modifica produrrebbe l'allungamento del grappolo per tutti? Questo per sfruttare al massimo l'ultimo anno di copyright sulla molecola e, quindi, vendere più confezioni possibile. Io non mi stupirei così tanto se si dovesse  scoprire una porcheria del genere da parte di una casa farmaceutica.

C'è qualcuno dei grappolati che nell'arco di quest'anno non ha mai fatto uso di Imigran? Se c'è, può dirci se il suo grappolo è risultato più lungo del solito, rispetto agli anni scorsi?

Depejo,

partendo dal presupposto che AMO TUTTE le teorie "complottistiche" e che ODIO OGNI FORMA DI POTERE (figuriamoci poi quello rappresentato dalle Major del Farmaco), purtroppo NON posso condividere la tua visione...

NON tanto perchè NON sappia chi è la GSK, ma perchè reputo che, a oggi, NON ci sia umana conoscienza alcuna sui meccanismi che regolano la CH...

Figuriamoci se sanno come modificare un Farmaco per renderla Cronica o più persistente.

Purtroppo, il vero Business dell'IMIGRAN è l'Emicrania...

Noi Grappolati siamo troppo pochi anche solo perchè valga la pena di "complottare" contro di noi.

 :-\
Stefano Capurro
Socio Fondatore OUCH Italia (onlus)
Referente EHA (European Headache Alliance)
Cell. +39 340 281 9398
e-mail  stefano.capurro@fastwebnet.it

Offline AMY60

  • Socio Ouch
  • Super utente
  • ******
  • Post: 745
Re: durata del grappolo
« Risposta #17 il: Agosto 05, 2008, 20:21:55 Mar »
Grappolo più lungo e più cattivo ma solo due fiale di Imigran

 :) Anna Maria
anna maria
3333898109

Offline jude

  • Socio Ouch
  • Utente sublime
  • ******
  • Post: 3.667
  • Maledetta Tecnologia
Re: durata del grappolo
« Risposta #18 il: Agosto 06, 2008, 10:07:41 Mer »
L'ossigeno l'avevo provato in passato ma con scarsi risultati. Adesso forse con la cura che sto facendo se prendo il l'attacco all'inizio mi funziona, ma durante la notte se mi sveglia, l'attacco è già partito e ho bisogno dell'imigran.
Poi ho visto che a differenza vostra io se prendo cortisone, soldesam, non ho attacchi se smetto come adesso, ogni 4/5 ore ho un attacco. Il problema è che è da Febbraio che fra deltacortene e soldesam sono diventato l'omino michelin, per non parlarlare poi che ti distrugge da un'altra parte.
Sono disperato. Se continuo ad avere attacchi così frequenti devo ricominciare a prendere cortisone.
Cmq se avete consigli, chi meglio di noi
Un saluto


Ma sei in cura in un centro cefalee? Hai mai provato con altri farmaci, tipo il verapamil o altro?

Giuditta Paolini
OUCH Italia (onlus)
Cell. 338 6805053   e-mail  jude.pao@gmail.com

Offline gir_matteo

  • Socio Ouch
  • Utente junior
  • ******
  • Post: 125
  • W questo FORUM!!!
Re: durata del grappolo
« Risposta #19 il: Agosto 06, 2008, 10:20:43 Mer »
Purtroppo anch'io ho constatato i limiti dell'ossigeno: gli attacchi killer vengono solo rimandati con l'uso dell'ossigeno.
Quelli meno forti a volte vengono invece bloccati.
Ciao
Teo

Offline casper60

  • Amministratore
  • Utente galattico
  • ******
  • Post: 8.110
  • non tutto il male vien per nuocere
Re: durata del grappolo
« Risposta #20 il: Agosto 06, 2008, 12:55:56 Mer »
Purtroppo anch'io ho constatato i limiti dell'ossigeno: gli attacchi killer vengono solo rimandati con l'uso dell'ossigeno.
Quelli meno forti a volte vengono invece bloccati.
Ciao
Teo


devo contraddirti per quanto riguarda la mia esperienza.
Prendendo ad esempio il mio ultimo grappolo, quest'anno che a detta di quasi tutti è un anno particolamente tosto, io ho dovuto subire un solo attacco totalmente, in quanto lontano da casa e imposibilitato ad usare imigran,tutti gli altri e sottolineo tutti, li ho abortiti con l'ossigeno . Mi correggo, per un solo un attacco notturno son dovuto ricorrere all'imigran, commisi l'errore,appena destato dall'attacco, di andare in bagno prima di inalare ossigeno che in grappolo tengo rigorosamente a fianco del mio letto.

casper ;)

Casassa Vigna Pierino
Tesoriere OUCH Italia (onlus)
Amministratore Grappolaiuto
 e-mail piriri6@hotmail.com


CHE LA FORZA SIA CON VOI!

Offline siciliano

  • Moderatore
  • Utente sublime
  • ******
  • Post: 4.432
Re: durata del grappolo
« Risposta #21 il: Agosto 06, 2008, 15:03:17 Mer »
Ciao a tutti, sono nuovo di questo forum e ho letto un po di discussioni:
mi sembra di capire che ad oggi niente di nuovo per quanto riguarda le cure.
Anche io come tanti al momento dell'attacco imigran fiale, e per cura da febbraio, purtroppo, cortisone,verapamil,litio e depakin.
Ma volevo chiedervi una cosa: io ne soffro ormai da circa 20 anni e normalmentea me il grappolo mi durava dai 30 hai 40 giorni e poi spariva.
Nel 2005 mi è durato 6 mesi e questa volta è da Febbraio che nonostante tutto persiste.
IO sono di Pisa ma sono seguito da Pavia al centro Mondino e la Dr.ssa Sances mi diceva che quest'anno tutti i grappoli sono molto resistenti a tutte le terapie.
A voi risulta così???????

Saigonrino :(

Ciao saigornino benvenuto in famiglia

alessandro

Alessandro Anelli
OUCH Italia (onlus)
Moderatore Grappolaiuto
cell. 340/5530713  e.mail - alessandro@ouchitalia.net

evi

  • Visitatore
Re: durata del grappolo
« Risposta #22 il: Agosto 06, 2008, 17:33:46 Mer »
 :)

Ciao, benvenuto anche da me!
Perdona il ritardo con cui ti accolgo...ero un pò persa nelle mie farneticazioni... ;D ;)

Un solo presunto grappolo finora, due mesi tondi, nessuna terapia specifica e, men che meno, efficace.

                                                                                                                            :-* :-* :-* Evi
                                                                                                                                     
                                                                                         
« Ultima modifica: Agosto 06, 2008, 18:30:27 Mer da evi »

Offline saigonrino

  • Nuovo utente
  • *
  • Post: 32
  • vivi e lascia vivere
Re: durata del grappolo
« Risposta #23 il: Agosto 07, 2008, 10:38:06 Gio »
L'ossigeno l'avevo provato in passato ma con scarsi risultati. Adesso forse con la cura che sto facendo se prendo il l'attacco all'inizio mi funziona, ma durante la notte se mi sveglia, l'attacco è già partito e ho bisogno dell'imigran.
Poi ho visto che a differenza vostra io se prendo cortisone, soldesam, non ho attacchi se smetto come adesso, ogni 4/5 ore ho un attacco. Il problema è che è da Febbraio che fra deltacortene e soldesam sono diventato l'omino michelin, per non parlarlare poi che ti distrugge da un'altra parte.
Sono disperato. Se continuo ad avere attacchi così frequenti devo ricominciare a prendere cortisone.
Cmq se avete consigli, chi meglio di noi
Un saluto


Ma sei in cura in un centro cefalee? Hai mai provato con altri farmaci, tipo il verapamil o altro?

Si sono  in cura al Mondino di Pavia con la Dr.ssa Sances.
Ma scusa siccome ho letto che la maggio parte usa ossigeno in prevalenza mentre io imigran, ma voi come usate l'ossigeno???? A che pressione e quanto tempo ci state attaccati???
Io che da poco lo sto provando la Dr.ssa mi ha detto di tenerlo a 7, e starci per 15 minuti. Il problema è che dopo un'ora mi riprende.
Poi gli attacchi sono più frquenti di notte tipo stanotte 4 attacchistroncati con n2 imigran e 2 con ossigeno. Non dormo più
Saigonrino

Skianta

  • Visitatore
Re: durata del grappolo
« Risposta #24 il: Agosto 07, 2008, 11:20:34 Gio »
Ossigeno puro, a secco, con mascherina. Io uso dai 9 ai 12 L/min.

Se l'attacco è cattivo non mi funziona, se è meno violento è efficace.

Anche a me capita spesso che l'attacco regredisce per poi ripresentarsi. Una piccola soluzione potrebbe essere di continuare a prendere ossigeno per altri 5 minuti dopo che l'attacco è scomparso

Offline jude

  • Socio Ouch
  • Utente sublime
  • ******
  • Post: 3.667
  • Maledetta Tecnologia
Re: durata del grappolo
« Risposta #25 il: Agosto 07, 2008, 14:13:26 Gio »
L'ossigeno andrebbe preso a 7-10lt/min, ma io ti consiglio un'erogazione maggiore se la bombola lo consente. Io arrivo anche a 18-20. Per 15 minuti va bene perchè è inutle stare attaccati di più: se ti fa effetto lo vedi subito. Assolutamente è preferibile la mascherina bocca-naso, meglio ancora la non-rebreathing mask.

Concordo su tutto quello che dice Skianta tranne di togliere il gorgogliatore. A questi dosaggi e per questi tempi il gorgogliatore è d'obbligo!

Giuditta Paolini
OUCH Italia (onlus)
Cell. 338 6805053   e-mail  jude.pao@gmail.com

Offline Gabriele85

  • Super utente
  • ****
  • Post: 921
  • W l'OUCH!!!
Re: durata del grappolo
« Risposta #26 il: Agosto 07, 2008, 20:16:32 Gio »

Anche a me capita spesso che l'attacco regredisce per poi ripresentarsi. Una piccola soluzione potrebbe essere di continuare a prendere ossigeno per altri 5 minuti dopo che l'attacco è scomparso



Ti quoto in pieno, e anzi aggiungo che proprio oggi mi si è verificata la spiacevole situazione che tu hai poc'anzi menzionato; tuttavia credo che la colpa sia da imputare ad un "errore di valutazione" commesso dal sottoscritto...  :(

Offline jude

  • Socio Ouch
  • Utente sublime
  • ******
  • Post: 3.667
  • Maledetta Tecnologia
Re: durata del grappolo
« Risposta #27 il: Agosto 08, 2008, 08:43:26 Ven »
Ah, dimenticavo.... Lo devi prendere subito appena senti che sale l'attacco... se tardi anche un po' non funziona più...

Giuditta Paolini
OUCH Italia (onlus)
Cell. 338 6805053   e-mail  jude.pao@gmail.com

Offline rellix

  • Socio Ouch
  • Super utente
  • ******
  • Post: 759
  • keep in tOUCH!
Re: durata del grappolo
« Risposta #28 il: Agosto 11, 2008, 16:50:11 Lun »
Tutti abbiamo un denominatore comune: Imigran fiale. Mi è venuto un dubbio. Ma se La Glaxo avesse modificato in qualche modo, quest'anno, il suo prodotto? E tale modifica produrrebbe l'allungamento del grappolo per tutti? Questo per sfruttare al massimo l'ultimo anno di copyright sulla molecola e, quindi, vendere più confezioni possibile. Io non mi stupirei così tanto se si dovesse  scoprire una porcheria del genere da parte di una casa farmaceutica.

C'è qualcuno dei grappolati che nell'arco di quest'anno non ha mai fatto uso di Imigran? Se c'è, può dirci se il suo grappolo è risultato più lungo del solito, rispetto agli anni scorsi?

se trovo prove certe mi compro una mitragliatrice

casper ;)

...già che ci sei, fai 2!
Lo cierto es que no me interesa nada que sea lineal, recto. No me interesa nada que avance limpiamente de un punto a otro, y se sepa perfectamente que esa linea comenzò aquì y terminò allì. No. No hay que pretender nunca ser atinado y sensato y llevar una vida lineal y exacta. La vida es muy azarosa.  (P. J. Gutierrez - Anclado en tierra de nadie)

Offline rellix

  • Socio Ouch
  • Super utente
  • ******
  • Post: 759
  • keep in tOUCH!
Re: durata del grappolo
« Risposta #29 il: Agosto 11, 2008, 17:03:15 Lun »
L'ossigeno l'avevo provato in passato ma con scarsi risultati. Adesso forse con la cura che sto facendo se prendo il l'attacco all'inizio mi funziona, ma durante la notte se mi sveglia, l'attacco è già partito e ho bisogno dell'imigran.
Poi ho visto che a differenza vostra io se prendo cortisone, soldesam, non ho attacchi se smetto come adesso, ogni 4/5 ore ho un attacco. Il problema è che è da Febbraio che fra deltacortene e soldesam sono diventato l'omino michelin, per non parlarlare poi che ti distrugge da un'altra parte.
Sono disperato. Se continuo ad avere attacchi così frequenti devo ricominciare a prendere cortisone.
Cmq se avete consigli, chi meglio di noi
Un saluto


Ma sei in cura in un centro cefalee? Hai mai provato con altri farmaci, tipo il verapamil o altro?

Si sono  in cura al Mondino di Pavia con la Dr.ssa Sances.
Ma scusa siccome ho letto che la maggio parte usa ossigeno in prevalenza mentre io imigran, ma voi come usate l'ossigeno???? A che pressione e quanto tempo ci state attaccati???
Io che da poco lo sto provando la Dr.ssa mi ha detto di tenerlo a 7, e starci per 15 minuti. Il problema è che dopo un'ora mi riprende.
Poi gli attacchi sono più frquenti di notte tipo stanotte 4 attacchistroncati con n2 imigran e 2 con ossigeno. Non dormo più
Saigonrino

ciao Saigonrino,
benvenuto fra noi!
sono una cronica e posso dirti con certezza di non stupirti se gli attacchi ti vengono prevalemtemente di notte...la bestia colpisce quando il tuo corpo si rilassa...se no che bestia sarebbe! (un altro classico sono gli attacchi nel week-end, quando uno spererebbe di riposare un po' e invece si becca la 48 ore d'inferno!)
Non c'entra la posizione in cui tieni la testa (ho visto che lo chiedevi da un'altra parte), ma ti consiglio vivamente di insistere con l'ossigeno fda tenere vicino al letto
Lìossigeno per me à stata la svolta più importante e anche a me capita che mi torni l'attacco dopo poco tempo, ma, credimi, sempre meglio che imbottirsi di porcherie continuamente (e io ne piglio non poche).Io lo assumo a 10lt/min per max 20 minuti ( a volte ne ho abusato, ma non va bene) e mi stronca il 90% delle crisi
Per quanto riguarda l'imigran, ti consiglio, come a mia volta mi è stato consigliato proprio da amici del sito, di dimezzare la dose. Funziona esattamente nello stesso modo!
Ovviamente questa è la mia esperienza, ma qualche tentativo non credo ti costi farlo, anzichà assumere troppi medicinali insieme
Tieni duro!
Lo cierto es que no me interesa nada que sea lineal, recto. No me interesa nada que avance limpiamente de un punto a otro, y se sepa perfectamente que esa linea comenzò aquì y terminò allì. No. No hay que pretender nunca ser atinado y sensato y llevar una vida lineal y exacta. La vida es muy azarosa.  (P. J. Gutierrez - Anclado en tierra de nadie)