Autore Topic: Come risolvere la stitichezza data dall'Isoptin/Verapamil?  (Letto 5640 volte)

Offline Andrea

  • Nuovo utente
  • *
  • Post: 14
Come risolvere la stitichezza data dall'Isoptin/Verapamil?
« il: Febbraio 16, 2017, 14:05:08 Gio »
Ciao a tutti.
sono nel bel mezzo di un grappolo molto potente con 5 o 6 attacchi al giorno molto acuti. Volevo cercare di passarlo senza aggiungere altri farmaci oltre ad un terzo di iniezione di Imigram/Sumatriptan Sun al bisogno, ma dopo un mese ho capitolato e ho ripreso con 480 di Isoptin/Verapamil, di cui non sono molto convinto dell'efficacia contro la CH, ma che sicuramente mi porta una gran stitichezza.

Voi come avete risolto il problema della stitichezza?

Offline siciliano

  • Moderatore
  • Utente sublime
  • ******
  • Post: 4.432
Re:Come risolvere la stitichezza data dall'Isoptin/Verapamil?
« Risposta #1 il: Febbraio 16, 2017, 14:32:44 Gio »
verdure, acqua e tanta pazienza

Alessandro Anelli
OUCH Italia (onlus)
Moderatore Grappolaiuto
cell. 340/5530713  e.mail - alessandro@ouchitalia.net

Offline luca68

  • Amministratore
  • Utente beato
  • ******
  • Post: 1.907
Re:Come risolvere la stitichezza data dall'Isoptin/Verapamil?
« Risposta #2 il: Febbraio 16, 2017, 18:34:59 Gio »
Purtroppo con certi dosaggi di isoptin il problema della stitichezza non lo risolvi,  puoi solo aiutarti con l'alimentazione e facendo movimento.
Come dice giustamente Alessandro, bevi molto e assumi alimenti ricchi di fibre: prugne, kiwi, minestre di legumi, brodo, patate lessate ecc...

L'ossigeno come sintomatico lo usi? Questo ti permetterebbe di evitare almeno i triptani in molti casi.

Poi, da quando hai ripreso isoptin, stai notando un miglioramento in termini di numero ed intensità degli attacchi oppure no?

Facci sapere

Un abbraccio

Luca68

Luca Marchisio
CONSIGLIERE OUCH Italia (onlus)
Cell. +39348/9006208   e-mail  luca.m@ouchitalia.net

Offline Bacca bianca

  • Socio Ouch
  • Utente esperto
  • ******
  • Post: 332
  • ...e infine uscimmo a riveder le stelle
Re:Come risolvere la stitichezza data dall'Isoptin/Verapamil?
« Risposta #3 il: Febbraio 16, 2017, 20:05:26 Gio »
Ciao Andrea,il Verapamil provoca una stitichezza farmacologica,non alimentare quindi non facile da risolvere. Inoltre,assumendolo per mesi, non è consigliato l'uso di lassativi cosiddetti da banco. Quindi segui i consigli di Alessandro e Luca; io usavo anche tavolette di "frutta e fibre" reperibili in farmacia più uno sciroppo preso in erboristeria da tenere in frigo ma purtroppo non ricordo il nome. Tieni presente che l'ossigeno è indispensabile per venirne fuori,se usi sempre Imigran o gemello ad ogni crisi invece di vederle diminuire otterrai l'effetto contrario. Un saluto.
Carlo Toscan
ginmao@libero.it

Offline Andrea

  • Nuovo utente
  • *
  • Post: 14
Re:Come risolvere la stitichezza data dall'Isoptin/Verapamil?
« Risposta #4 il: Febbraio 16, 2017, 21:30:38 Gio »
Purtroppo con certi dosaggi di isoptin il problema della stitichezza non lo risolvi,  puoi solo aiutarti con l'alimentazione e facendo movimento.
Come dice giustamente Alessandro, bevi molto e assumi alimenti ricchi di fibre: prugne, kiwi, minestre di legumi, brodo, patate lessate ecc...

Grazie, anche ad Alessandro.
Cercherò di aumentare le fibre, perchè bevo già molto e faccio movimento.

Citazione
L'ossigeno come sintomatico lo usi? Questo ti permetterebbe di evitare almeno i triptani in molti casi.

Dunque, l'ossigeno l'ho provato circa 7 anni fa. A parte l'estenuante trafila per riuscire ad averlo (il medico di base non me lo voleva prescrivere, allora mi son fatto prescrivere una visita neurologica, il neurologo me l'ha prescritto, ma il mio medico non sapeva cosa scrivere sulla ricetta, allora sono andato all'ASL e anche loro non ne sapevano nulla, poi gli ho portato una ricetta di un amico grappolato, quindi hanno acconsentito ed hanno informato il mio medico di base che finalmente mi ha fatto la ricetta, con la quale sono andato in farmacia e mi avrebbero fatto recapitare a casa la bombola ma senza il regolatore di pressione perchè sarebbe stato a carico loro per cui ho dovuto cercare una farmacia che possedesse il regolatore. Per fortuna, grazie a Giordano ed a Claudio non ho avuto problemi per la maschera) quando finalmente sono riuscito ad avere tutto, il grappolo era quasi alla fine quindi non ho fatto molte prove, ma secondo me l'ossigeno è troppo lento, sopratutto di notte quando non riuscivo ad interventire nell'imediatezza delle shadows.

Citazione
Poi, da quando hai ripreso isoptin, stai notando un miglioramento in termini di numero ed intensità degli attacchi oppure no?

No. Cioè sì, per un paio di giorni sono passato da 6 a 4 attacchi al giorno, ma ora sono tornato a 6.
Però è migliorata l'efficacia dell'Imigran, nel senso che da quando prendo l'Isoptin, mi blocca l'attacco in 6 minuti invece che in 10 che sembra una sciocchezza, ma immagino che voi sappiate bene cosa significano 4 minuti durante un'attacco.

Offline Andrea

  • Nuovo utente
  • *
  • Post: 14
Re:Come risolvere la stitichezza data dall'Isoptin/Verapamil?
« Risposta #5 il: Febbraio 16, 2017, 21:39:28 Gio »
Ciao Andrea,il Verapamil provoca una stitichezza farmacologica,non alimentare quindi non facile da risolvere. Inoltre,assumendolo per mesi, non è consigliato l'uso di lassativi cosiddetti da banco. Quindi segui i consigli di Alessandro e Luca; io usavo anche tavolette di "frutta e fibre" reperibili in farmacia più uno sciroppo preso in erboristeria da tenere in frigo ma purtroppo non ricordo il nome. Tieni presente che l'ossigeno è indispensabile per venirne fuori,se usi sempre Imigran o gemello ad ogni crisi invece di vederle diminuire otterrai l'effetto contrario. Un saluto.

Grazie, nemmeno a me piace prendere tanti farmaci, a volte ci provo a resistere e a passare un attacco senza prendere niente, ma poi non ce la faccio, il dolore è troppo intenso.
La settimana prossima ho in programma una visita al Besta e verdemo cosa mi consiglieranno.

Offline luca68

  • Amministratore
  • Utente beato
  • ******
  • Post: 1.907
Re:Come risolvere la stitichezza data dall'Isoptin/Verapamil?
« Risposta #6 il: Febbraio 16, 2017, 22:18:52 Gio »
Non credo Andrea che la più rapida azione dell'imigran sia da relazionare all'assunzione del verapamil.
Invece, d'altro canto ti sei già risposto da solo....se non ti riduce numero od almeno intensità degli attacchi, pensaci se continuare ad assumerlo.
L'ossigeno è il nostro più grande alleato, spesso è solo grazie a lui che decine di grappolati sono riusciti a tornare a vivere abbandonando, il più delle volte, ogni tipo di farmaco.
Io sono uno di quelli. Neanche triptani. Preferisco metterci 20 min anche di notte ma senza alcun farmaco.
Usa anche il ghiaccio associato all'ossigeno,  ne aumenta l'efficacia.

Tienici aggiornati.
Un abbraccio

Luca
« Ultima modifica: Febbraio 16, 2017, 22:20:34 Gio da luca68 »
Luca Marchisio
CONSIGLIERE OUCH Italia (onlus)
Cell. +39348/9006208   e-mail  luca.m@ouchitalia.net

Offline RRODOLFO

  • Utente biotronico
  • *******
  • Post: 5.292
Re:Come risolvere la stitichezza data dall'Isoptin/Verapamil?
« Risposta #7 il: Febbraio 16, 2017, 22:23:14 Gio »
... a digiuno la mattina acqua tiepida e kiwi molto maturo, ma anche solo caffè lungo.

Offline Bacca bianca

  • Socio Ouch
  • Utente esperto
  • ******
  • Post: 332
  • ...e infine uscimmo a riveder le stelle
Re:Come risolvere la stitichezza data dall'Isoptin/Verapamil?
« Risposta #8 il: Febbraio 16, 2017, 22:27:07 Gio »
Certamente non siamo tutti uguali,la risposta alle varie terapie è quindi soggettiva. Può anche darsi che l'ossigeno non ti possa aiutare,funzioni a volte oppure per niente. Chi lo usa alle prime avvisaglie,chi ad attacco avanzato,sempre 15 lt/min e con ghiaccio sul collo,cubetto in bocca. Sembrano sciocchezze ma fanno la differenza. Peccato,se non va non va,mi dispiace perché è una delle poche armi che abbiamo contro la ch. Io di Imigran ne ho fatti tanti,ma proprio tanti,di isoptin e cortisone anche con il risultato di essere passato da un grappolo ogni 2 anni e mezzo a 12 mesi quasi filati. Per cui ho il terrore solo a sentirli nominare. Avevo provato l'ossigeno tanti anni fa e non ne ero stato entusiasta. L'ho ripreso,con pazienza ho cercato il modo migliore per adattarlo alla mia ch e mi ha cambiato la vita. Ma parlo di me.  Il ghiaccio magari non risolve ma aiuta a non soffrire come bestie. Non so cosa ti diranno al Besta ma sulla ch da anni proiettano sempre lo stesso film. Un saluto.
Carlo Toscan
ginmao@libero.it

Offline Andrea

  • Nuovo utente
  • *
  • Post: 14
Re:Come risolvere la stitichezza data dall'Isoptin/Verapamil?
« Risposta #9 il: Febbraio 17, 2017, 17:59:35 Ven »
Non credo Andrea che la più rapida azione dell'imigran sia da relazionare all'assunzione del verapamil.

E però la coincidenza è troppo, come dire, coincidente per escudere del tutto un rapporto di causa effetto. Fa conto che io guardo sempre l'orologio dal momento che mi faccio l'iniezione al momento che il dolore scompare, quindi non è solo una sensazione il quasi dimezzamento del tempo d'azione.

Citazione
Invece, d'altro canto ti sei già risposto da solo....se non ti riduce numero od almeno intensità degli attacchi, pensaci se continuare ad assumerlo.

Si hai ragione. L'ho anche premesso che l'Isoptin non mi convince molto. Ma dopo un mese di attacchi, tre dei quali notturni, uno si attacca anche alle speranze minori pur di tentare di uscirne.
Adesso è da circa una settimana che lo prendo e penso che andrò avanti almeno per un'altra.

Citazione
L'ossigeno è il nostro più grande alleato, spesso è solo grazie a lui che decine di grappolati sono riusciti a tornare a vivere abbandonando, il più delle volte, ogni tipo di farmaco.
Io sono uno di quelli. Neanche triptani. Preferisco metterci 20 min anche di notte ma senza alcun farmaco.

Io non ce la faccio. Cioè, 20 minuti cominciando a contarli dalla comparsa dell'aura ok posso anche riuscirci, ma le shadows di notte non le sento e la Ch mi sveglia solo quando il dolore è già intenso e lì 20 minuti sono troppi per me.

Citazione
Tienici aggiornati.

Senz'altro, grazie.

Offline Andrea

  • Nuovo utente
  • *
  • Post: 14
Re:Come risolvere la stitichezza data dall'Isoptin/Verapamil?
« Risposta #10 il: Febbraio 17, 2017, 21:10:15 Ven »
Io di Imigran ne ho fatti tanti,ma proprio tanti,di isoptin e cortisone anche con il risultato di essere passato da un grappolo ogni 2 anni e mezzo a 12 mesi quasi filati.

Il cortisone non l'ho mai provato e un po' mi spaventa. Se dovessero propormelo a che effetti indesiderati andrei incontro?

Citazione
Non so cosa ti diranno al Besta ma sulla ch da anni proiettano sempre lo stesso film. Un saluto.

Si, anch'io non mi aspetto dei fuochi d'artificio, anche perchè le terapie sono note. Ci vado più che altro per smettere di sentire un paio di famigliari che continuano a ripetermi "ma perchè non ti fai vedere?"

Offline Bacca bianca

  • Socio Ouch
  • Utente esperto
  • ******
  • Post: 332
  • ...e infine uscimmo a riveder le stelle
Re:Come risolvere la stitichezza data dall'Isoptin/Verapamil?
« Risposta #11 il: Febbraio 17, 2017, 23:43:29 Ven »
Gli effetti collaterali del cortisone sono soggettivi come per tutti i farmaci. Basta comunque leggere il bugiardino per cominciare a sudare,si tratta sempre di valutare il costo in rapporto al beneficio. A me,oltre a quelli comuni come aumento smodato dell'appetito,insonnia,sbalzi di umore ha provocato la cataratta ad entrambi gli occhi oltre a probabile infezione da varicella per abbassamento delle difese immunitarie ( citata nel bugiardino ). Non è il diavolo,a volte il solo scalare o il bolo possono fermare il grappolo ma sono sempre valutazioni fatte dai medici. Normalmente viene prescritto per alcune settimane finché il verapamil non va a regime. Tra l'altro sono perplesso su come lo usi,di solito viene aumentato fino ad "intercettare "il grappolo, mantenuto fino ai canonici 15 -20 giorni senza crisi e poi scalato molto lentamente per non creare recidive. È anche lui,a dosaggi da ch un farmaco pericoloso da assumere sempre sotto controllo dello specialista. Tutto questo comunque,assieme all'imigran o gemello Sun è la filastrocca della ch ripetuta da tutti i neurologi non illuminati. Che dire,pensaci,fai le tue valutazioni,pensa sempre che la salute è la tua,che la strada dei farmaci è apparentemente più facile ma esige un prezzo a volte altissimo. Per questo crioterapia e ossigeno sono così usati da chi ha già provato con i medicinali e se ne è  staccato senza rimpianti. Facile non è,ci vuole determinazione,coraggio e tenacia ma una volta liberi ghiaccio e ossigeno funzionano molto meglio,niente effetti collaterali,niente scalate,quando finisce finisce. Punto.  Un abbraccio fraterno.
Carlo Toscan
ginmao@libero.it

Offline Andrea

  • Nuovo utente
  • *
  • Post: 14
Re:Come risolvere la stitichezza data dall'Isoptin/Verapamil?
« Risposta #12 il: Febbraio 18, 2017, 15:29:20 Sab »
Tra l'altro sono perplesso su come lo usi,di solito viene aumentato fino ad "intercettare "il grappolo, mantenuto fino ai canonici 15 -20 giorni senza crisi e poi scalato molto lentamente per non creare recidive.

Si, ho fatto così, come da prescrizione del neurologo, aumentando di una compressa da 120, ogni due giorni, fino ad arrivare a 480. Poi tra parentesi aveva scritto anche un generico "eventualmente raddoppiare", ma benchè io non abbia avvertito effetti indesiderati diversi dalla stitichezza, non mi son sentito di farlo.

Offline Bacca bianca

  • Socio Ouch
  • Utente esperto
  • ******
  • Post: 332
  • ...e infine uscimmo a riveder le stelle
Re:Come risolvere la stitichezza data dall'Isoptin/Verapamil?
« Risposta #13 il: Febbraio 18, 2017, 17:44:53 Sab »

"Adesso è da circa una settimana che lo prendo e penso che andrò avanti almeno per un'altra".
Detta così Andrea non avevo capito. In ogni caso fatto in questo modo non serve a niente,ti accolli tutti gli effetti collaterali senza beneficio. La velocità di reazione dell'Imigran variava anche a me senza o con Verapamil,la sua azione (Isoptin) è sulla stabilizzazione dei vasi,non è un agonista della serotonina ma un calcioantagonista,insomma due robe diverse. Il nesso è casuale. Inoltre la sua azione si esplica mediamente in 2-3 settimane quindi all'inizio non è in grado di dare aiuto fino a che,con il dosaggio a salire si ha (si dovrebbe) una diminuzione di crisi,durata e intensità. Non è un sintomatico ma un farmaco di profilassi che esplica la sua azione in tempi relativamente lunghi. Se si decide di usarlo bisognerebbe farlo fino in fondo visto il prezzo . Però ti capisco,io sono finito al PS già a 560 mg/gg quando il cuore aveva cominciato a fare scherzi,pressione a terra e dolore tra le scapole fino allo sterno che faceva pensare ad un infarto. Non era quello per fortuna ma che spavento! Ne avevo comunque preso tanto,per anni e non era mai successo niente di simile. Tieni sempre presente che quello che ti scrivo è quello che penso e quello che ho provato io,nessuna presunzione di avere verità in tasca,sia chiaro. Ti auguro di trovare la strada migliore per gestire la bestia. Tieni duro. Ciao.

Carlo Toscan
ginmao@libero.it

Offline Andrea

  • Nuovo utente
  • *
  • Post: 14
Re:Come risolvere la stitichezza data dall'Isoptin/Verapamil?
« Risposta #14 il: Febbraio 22, 2017, 14:17:50 Mer »
Dunque ho fatto la visita al Besta. Che tra l'altro, data la nomea e la città, mi immaginavo un posto, non dico spaziale, ma almeno avanzato come struttura, invece gli ambulatori, in un anonimo e trascurato edificio, non sono niente de che.
La visita è stata accurata e il colloquio molto ampio, ma poco o niente di più di quanto avvenuto delle due visite neurologiche che ho avuto in passato qui in provincia.
Nessuna novità nemmeno sul fronte della terapia. Mi è stato consigliato di continuare con Isoptin/Imigran e di aggiungere 50mg di Deltacortene a scalare come terapia d'urto per bloccare gli attacchi. Che non credo che prenderò, un po' perchè nel frattempo, non so se per merito dell'Isoptin o per la naturale estinzione del grappolo, sono passato da 6 a 3 attacchi giornalieri e un po' per i non lievi effetti indesiderati che mi sono stati prospettati.