Autore Topic: verapamil per la CH  (Letto 5700 volte)

Skianta

  • Visitatore
verapamil per la CH
« il: Marzo 12, 2009, 13:27:33 Gio »
Buongiorno,

desideravo confrontarmi  con Lei sull'uso del verapamil quale farmaco di profilassi per affrontare la CH.

Normalmente il verapamil (a chi non lo ha mai utilizzato) viene somministrato in dosi progressivamente crescenti fino araggiungere il dosaggio che intercetta la CH (mediamente dai 360 ai 480 mg/die); io sono arrivato fino a 720mg/die. Dopo aver raggiunto tali dosaggi sono necessari dai 3 a i 5 giorni affinchè si riesca ad intercettare  e a far abortire gli attacchi. Queto approccio è leggermete più lungo che l'approccio cortisonico e analogo a quello degli antiepilettici (anzi forse con gli antiepilettici ci vuole + tempo).

Ciò premesso, non tutti sanno che, per coloro che sopportano bene il verapamil e non hanno contro indicazioni cardiache, è possibile una assunzione direttamente ai dosaggi elevati che esercita una sorta di forte impatto sull'organismo (la cosa butta un po giù ed indebolisce un po).
Questo approccio, per esempio sin da subito a 480 mg/die, offre una capacità immediata di intercettare il grappolo in uno /due giorni.

Personalmente l'ho provato ad agosto dello scorso anno con efficacia in 36 ore.

Che mi sa dire in proposito? A mai adottato questo approccio farmacologico per la profilassi della CH.

Offline Prof.sa CERBO

  • MEDICO SPECIALISTA
  • Nuovo utente
  • ***
  • Post: 42
Re: verapamil per la CH
« Risposta #1 il: Maggio 02, 2009, 22:00:11 Sab »
Caro Davide,
personalmente preferisco iniziare a salire con maggiore gradualità, in casi in cui voglio ottenere un effetto più rapido posso associare il deltacortene o semplicemente la terapia al bisogno. La risposta alla terapia è comunque molto personale. Preferisco evitare l'insorgenza di effetti collaterali spicevoli che possono non facilitare l'adesione alla terapia.
Baci

Vittoria d'Agostino

Offline casper60

  • Amministratore
  • Utente galattico
  • ******
  • Post: 8.124
  • non tutto il male vien per nuocere
Re: verapamil per la CH
« Risposta #2 il: Maggio 02, 2009, 22:07:38 Sab »
se posso dire la mia esperienza personale di episodico da 35 anni, ho provato il verapamil due anni fa per due grappoli associandolo al principio con il deltacortene , ma sono giunto alla conclusione, specifico per quel che mi riguarda , di tralasciare il verapamil e per i grappoli successivi limitarmi  a combatterli solo con uno scalare rapido di cortisone, partendo da 50 mg die per dimezzare la dose ogni sette giorni.
In questo modo evito il perdurare dell'assunzione di verapamil e passati i 35 giorni di scalare sono praticamente fuori grappolo, contenendo eventuali attacchi con ossigeno a cui rispondo bene.

casper ;)

Offline Prof.sa CERBO

  • MEDICO SPECIALISTA
  • Nuovo utente
  • ***
  • Post: 42
Re: verapamil per la CH
« Risposta #3 il: Maggio 02, 2009, 22:11:38 Sab »
Va bene, anche questa è una buona soluzione, che preferisco all'arrivare da zero a 480 mg/die in 24 ore.
Baci
Vittoria d'Agostino